Home / Prevenzione  / I 5 SINTOMI OCULARI A CUI PRESTARE MOLTA ATTENZIONE

I 5 SINTOMI OCULARI A CUI PRESTARE MOLTA ATTENZIONE

Quando parliamo di vista, la prevenzione è fondamentale per evitare il peggioramento e addirittura il crearsi di gravi e irreversibili problemi agli occhi. Per questo motivo la visita oculistica rappresenta uno strumento importantissimo e non

Quando parliamo di vista, la prevenzione è fondamentale per evitare il peggioramento e addirittura il crearsi di gravi e irreversibili problemi agli occhi. Per questo motivo la visita oculistica rappresenta uno strumento importantissimo e non deve essere sottovalutata e rimandata per mancanza di voglia.

Tenere sotto controllo la vista e far valutare da un esperto se ci sono problemi di salute, significa anche poter segnalare sempre ogni minimo fastidio agli occhi e, nel caso sia necessario, intervenire in tempo. La visita oculistica deve essere più frequente con l’avanzare dell’età, perché consente di fare valutazioni su tutta una serie di aspetti che riguardano la salute in generale, come la presenza di malattie infettive e autoimmuni, i valori troppo alti di colesterolo o l’ipertensione. Ma quali sono i cinque sintomi oculari ai quali prestare particolare attenzione?

 

I sintomi agli occhi da non sottovalutare: scopriamo insieme quali sono

Nonostante, come già detto, sia sempre importantissimo controllare la vista e periodicamente fare una visita oculistica, nel caso in cui si presentino i seguenti sintomi oculari è bene chiamare subito il medico per segnalarlo.

Se improvvisamente si inizia a notare alcuni bagliori, delle specie di filamenti o forme simili che vanno a invadere il campo visivo, ci troviamo di fronte a un problema agli occhi che deve essere analizzato dall’oculista. Si passa infatti da cause molto blande come la cosiddetta miodesopsia, che porta a una trasparenza dell’umor vitreo imperfetta, al ben più serio distacco del corpo vitreo o della retina.

Un altro fastidio agli occhi da non tralasciare è quello della visione doppia, che può interessare uno o entrambi gli occhi. Anche in questo caso, le ragioni del problema possono essere varie e di diversa gravità. Quando si presenta soltanto a un occhio, la visione doppia può essere dovuta alla cornea, mentre se è su entrambi significa che non c’è coordinazione tra i due. Tradotto, il disturbo è tipo neurologico o connesso a una malattia autoimmune o comunque grave. Anche il diabete, l’ipertensione e altre patologie possono infatti portare alla visione doppia.

Tra i sintomi oculari che possiamo riscontrare quando abbiamo un problema agli occhi, il dolore fa sicuramente parte di questi. Si presenta quando ci sono delle lesioni o dei traumi causati, ad esempio, dalla presenza di un’infiammazione al nervo ottico, ovvero la neurite ottica, che se non viene presa in tempo può portare alla progressiva perdita della vista. Anche il glaucoma agli occhi, che comporta una pressione oculare interna più alta del normale, ha gli stessi effetti della neurite.

In alcuni soggetti le pupille non hanno lo stesso diametro, si parla in questo caso di anisocoria. Se questa è causata da farmaci prescritti dal medico o è leggera, deve essere controllata, ma non causa problematicità. È anomala, invece, quando la differenza tra le due pupille è alta e la persona non assume medicinali.

Ultimo, ma non per importanza, abbiamo il classico sintomo degli occhi rossi, molto comuni in determinate situazioni. Gli occhi rossi possono però essere legati a problemi di salute vari se accompagnati anche da una lacrimazione copiosa. In tal caso, potrebbe essere sintomi di un’infezione della superficie della cornea detta cheratite. Il rischio con questa infezione, se non prontamente curata, è la creazione di cicatrici e ulcere.

 

NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI COMMENTO