Home / Tecnologia  / IL NUOVO VISORE VR DI FACEBOOK

IL NUOVO VISORE VR DI FACEBOOK

Siamo sempre più abituati a dare del tu alla tecnologia, ci affidiamo per qualsiasi dubbio e curiosità agli smartphone e ‘dialoghiamo’ attraverso la domotica con i vari sistemi elettronici presenti nelle nostre case. Solo qualche

Siamo sempre più abituati a dare del tu alla tecnologia, ci affidiamo per qualsiasi dubbio e curiosità agli smartphone e ‘dialoghiamo’ attraverso la domotica con i vari sistemi elettronici presenti nelle nostre case. Solo qualche anno fa tutto questo sarebbe stato ricompreso in un concetto che sembra essere sempre meno futuristico, quello di fantascienza. Soprattutto perché abbiamo (e stiamo continuando ad acquisire) una dimestichezza assoluta in fatto di tecnologia nel quotidiano. I mezzi per raggiungere questo obiettivo scaturiscono da una ricerca continua e minuziosa. L’ultimo caso è quello degli occhiali hi-tech progettati da Facebook, che ricorrono alla realtà virtuale. L’intenzione è quella di presentare il relativo progetto nel mese di agosto durante l’annuale conferenza SIGGRAPH, dedicata alla grafica computerizzata e organizzata in America.

 

Il prototipo all’avanguardia progettato dalla divisione Reality Labs

 

Stiamo parlando di un prototipo di occhiali tecnologici ideato dalla divisione Reality Labs di Facebook: l’aspetto è quello di semplici occhiali da sole, ma la tecnologia al loro interno è davvero sopraffina. Quello che sta per vedere la luce è un prototipo le cui forme sono molto diverse da quelle tipiche dei popolari e piuttosto ingombranti visori ai quali ai siamo abituati oggi. Da Menlo Park, gli ingegneri Wang e Maimone identificano questa tecnologia occhiali come ‘Holographic near eye displays’ ovvero ‘Schermi olografici vicini all’occhio’.

 

Diversamente dal progetto di occhiali realtà aumentata che sta portando avanti Apple (la realtà aumentata sovrappone elementi virtuali a una normale situazione), quelli sviluppati da Facebook si presentano come un paio di occhiali pensati per dedicarsi alla realtà virtuale.

Design, ottica olografica e comodità: la ricetta del futuro

 

I visori ‘tradizionali’ per la realtà virtuale sono ancora piuttosto pesanti, inoltre sono basati su ottiche curve realizzate in plastica o vetro. Sono le stesse regole ottiche a determinare (e a limitarne) quindi il relativo design. Gli occhiali di Facebook invece ricorrono al mix dell’ottica olografica e della piegatura ottica basata sulla polarizzazione dell’immagine, per ottenere un doppio vantaggio. Che non si tradurrebbe solo in una maggiore risoluzione e in un aumento del campo visivo, ma anche in un minore spessore delle lenti e un ridotto peso proprio per ottenere la forma di un normale paio di occhiali. Quest’ultimo avrebbe così un peso massimo di 18gr mentre lo spessore delle lenti si attesterebbe intorno ai 9mm.

 

Si tratterà di occhiali connessi in modalità wireless allo smartphone o altro dispositivo ad hoc. Per il momento i ricercatori si stanno dedicando a un prototipo in grado di visualizzare soltanto il colore verde, ma l’evoluzione e i miglioramenti in tal senso sono già dietro l’angolo. Facebook è orientata a puntare su dispositivi molto leggeri, in modo da attirare un pubblico vasto. Attraverso lo sviluppo di questo progetto, il colosso di Menlo Park punta a rendere questa tecnologia sempre più confortevole. Niente a che vedere con i dispositivi che vanno a coprire gran parte del viso: quelli all’orizzonte sono accessori leggeri e portabili. Grazie a questi occhiali i ricercatori puntano a permettere sessioni XL di realtà virtuale, prolungate e legate alla produttività.

NON CI SONO COMMENTI

SCRIVI COMMENTO